Shopping cart

close

Novità3

Wine packaging: l’importanza del tappo personalizzato

Condividi su facebook
Condividi su google
Condividi su twitter
Condividi su linkedin

WINE PACKAGING: L'IMPORTANZA DEL TAPPO PERSONALIZZATO

Dietro ad una bottiglia c’è sempre un grande tappo. La chiusura come strumento di comunicazione nel mondo vino

Il packaging nel mondo vino, ed in generale nel settore beverage, sta assumendo un’importanza sempre maggiore in fase di acquisto del prodotto. Tappi personalizzati, etichette super-colorate e bottiglie dalle forme più disparate: tutto oggi deve essere in grado di far vivere al consumatore finale una vera e propria esperienza. Ed ecco quindi che l’attenzione si sta piano piano spostando anche verso gli elementi a contorno del prodotto in sé.

Quando il packaging racconta il prodotto

Il packaging è un grande elemento di storytelling in tutti i settori, in particolare in quello del vino. Il consumatore finale, seppur cerchi fattori logici che lo spingono a compiere un acquisto, è in realtà condizionato da fattori irrazionali. Tra questi c’è proprio la tipologia di packaging adottato da una determinata azienda, e le sensazioni intrinseche che esso trasmette.

Il tappo per il vino

Esistono diverse tipologie di tappo per il wine packaging, di diverse forme e dimensioni, tra cui i più famosi sono quelli a vite, i classici in sughero o materiale sintetico ed i tappi corona con sottotappo. Al di fuori della tipologia di chiusura che si decide di adottare, anche e soprattutto in base alle caratteristiche tecniche del pregiato liquido che si intende preservare, ciò che è importante ai fini di packaging design è la personalizzazione.

Un tappo personalizzato, magari con logo aziendale, nome del brand o colori che trasmettono dei valori al quale l’azienda è legata, permette di essere immediatamente riconoscibili agli occhi dei consumatori. Motivo per cui questo dettaglio non dovrebbe mai essere sottovalutato.

Molto spesso il cliente assiduo frequentatore di enoteche è un consumatore di nicchia, che deve essere conquistato con un particolare plus. Questo deve essere, ovviamente, intrinseco nelle caratteristiche del prodotto, ma anche visibile all’occhio esterno.

Tappi a corona personalizzati

Un esempio concreto: i pink drink

Pensiamo ora ai pink drink, ampia tendenza del mondo beverage di questo 2019. Tra i più assidui consumatori di vini rosé, spirits e birre dal caratteristico colore rosato troviamo le donne, che spinte dal legame con questo colore e dal concetto di “diverso” ed “innovativo”, si sentono più affini a questa tipologia di bevande.

Ed ecco quindi che il packaging deve necessariamente essere in grado di raccontare perfettamente il contenuto della bottiglia, in modo da convincere il cliente (o la cliente, in questo caso) a compiere l’acquisto di impulso. Il tappo quindi potrebbe essere rosa, personalizzato con il logo aziendale, la bottiglia potrebbe restare classica, ma ancora con l’etichetta si potrebbe giocare con font e colorazioni di richiamo per lo specifico target a cui il prodotto è destinato.

Non solo tappo e non solo involucro: il mondo del wine packaging è in costante evoluzione e lo stesso mercato è sempre più competitivo. Per questo motivo diventa fondamentale cogliere al volo tutti gli strumenti per comunicarsi al meglio e posizionarsi su nicchie specifiche di consumatori.

Condividi su facebook
Condividi su google
Condividi su twitter
Condividi su linkedin

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Altri articoli dal nostro Blog